Cerca:
 
      Home sabato 14 dicembre 2019      
 
L'augurio dei nostri Sacerdoti
luned́ 22 dicembre 2008

In occasione dell'uscita dell'Informatore Parrocchiale Natale 2008 pubblichiamo l'editoriale dei nostri Sacerdoti. Cliccando sul link potrete scaricare una copia dell'Informatore Parrocchiale in formato PDF.

 Santo Natale

Il Natale è sempre nuovo e attuale. Ecco perché anche quest’anno lo celebriamo con rinnovata gioia.Il Figlio di Dio, Gesù Cristo, si fa nostro fratello; riprende il dialogo e l’amicizia tra Dio e l’umanità. E’ rilanciato il vincolo di fraternità fra tutti gli uomini e donne del nostro tempo. Si pone al centro della storia ed invita tutti a costruire un mondo migliore.Vivere il Natale è entrare in comunione con il Signore. E’fare il vuoto dentro di sé stessi, perché la ricchezza che Dio porta, possa trovare posto dentro di noi. Ma è per tutti Natale? Sembra proprio di no. E’ giunta la notizia che in qualche paese si tenti di abolire qualsiasi riferimento visibile al Natale cristiano. Il Natale sembra ormai subire attacchi da ogni parte, per quella dominante mentalità relativista che ha pervaso tanti ambienti della cultura e della scienza.Il consiglio comunale di Oxford in Gran Bretagna ha tentato di cancellare il Natale dal calendario, per non offendere le altre religioni; le quali invece appena ne sono venute a conoscenza, hanno giustamente affermato che il Natale è una festa speciale che non può essere cancellata arbitrariamente. Allora si è ripiegato su una iniziativa da realizzare in novembre: la festività delle luci invernali. Restano però proibiti i presepi nelle scuole e anche le recite natalizie. Parecchi si schierano contro il Natale, perché, ad esempio, dicono che obbliga a mostrare di volersi bene, oppure, perché costringe a sembrare felici anche se non lo si è ecc. Ma non possiamo lasciar cadere le nostre caratteristiche cristiane; alla fine, noi non perdiamo soltanto noi stessi perdiamo il nostro volto. Come si vede c’è un vuoto. Manca proprio Colui che conosce il nostro cuore! Se guardiamo con gli occhi della fede il bambino Gesù nella grotta di Betlemme, che umilmente viene fra noi, ci accorgeremo della presenza di un Dio che ci vuole proprio bene. E’ l’augurio più fervido che vi facciamo; possa giungere ad ognuno di voi ed in particolare giunga a coloro che sono ammalati, sofferenti, soli e sfiduciati.Il Signore Gesù che celebriamo nelle feste natalizie, riempia i vostri cuori di speranza, pace e serenità, per farvi sperimentare una infinita nostalgia della Sua presenza.

I vostri sacerdoti

Don Elio e Don Severino

Ultimo aggiornamento ( luned́ 22 dicembre 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
Advertisement
 
Annunci
Chi e' online
Calendario
<< December ’ >>
Mo Tu We Th Fr Sa Su
      
 1
 2
 3
 4
 5
 6
 7
 8
 9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
  www.pertegada.org